Progetto

Progetto Concittadino: associazione per migliorare Varese

Il “motore ecologico ed innovativo” della coalizione che sostiene il sindaco Davide Galimberti racconta i progetti per i prossimi cinque anni

Progetto Concittadino diventa associazione, e si presenta con una serata conviviale al Tennis Bar di Villa Toeplitz. Dopo la fortunata avventura della campagna elettorale, la lista civica nata dalla candidatura alle primarie di Dino De Simone si riorganizza per diventare una realtà in grado sia di sostenere per tutto il mandato il lavoro di De Simone, oggi assessore ad Ambiente, Benessere e Sport, e del consigliere comunale Enzo R. Laforgia, sia di diventare un punto d’incontro tra cittadini e amministrazione, capace di coinvolgere e di incidere in città.

I due coordinatori e referenti della nuova associazione sono Natalino Bianchi e Francesca Coffano. «Il gruppo dei 32 candidati continua e si consolida – spiega Bianchi – perché siamo tutti animati da uno stesso spirito: non vogliamo “poltrone”, ma intendiamo lavorare concretamente al miglioramento della città e della vita dei varesini». Per questo, è già pronta la divisione dei compiti per il sostegno al lavoro di Laforgia nelle commissioni consiliari. «Non è pensabile che una sola persona segua tutte le commissioni – dice Bianchi – per questo, grazie allo strumento della delega, i “Concittadini” potranno assumersi la responsabilità di sostituire Enzo Laforgia nelle commissioni che lui deciderà di delegare. Per ogni commissione, poi, ci sarà un piccolo gruppo di lavoro, che aiuterà Enzo e i suoi delegati».

Insomma, Progetto Concittadino, passato il momento del grande entusiasmo per la vittoria elettorale, non intende disperdere le energie e le competenze raccolte, ma metterle a frutto. Nel lavoro delle commissioni, ma anche oltre. «Abbiamo tantissimi progetti in via di definizione. Piccole iniziative sono già state portate avanti, collaborazioni importanti come quella per “Puliamo il mondo” con Legambiente in settembre. E poi l’idea di un grande evento annuale che riunisca le nostre tre parole chiave: giovani, ambiente e partecipazione».

E non è finita. «Stiamo anche costruendo una rete di contatti con liste civiche simili in provincia – spiega Bianchi – il Gelso che sostiene Silvio Aimetti a Comerio, Vedano Viva, la lista del sindaco di Vedano Olona Cristiano Citterio e Malnate Sostenibile, che a Malnate è parte della maggioranza di Samuele Astuti, ma anche “Uniti per Lozza” con il sindaco Giuseppe Licata, che è anche consigliere provinciale. Perché Varese va pensata anche come area vasta: non un’isola, ma snodo di un sistema complesso».

I “concittadini” hanno creato gruppi di lavoro collegati alle varie commissioni consiliari, per sostenere il lavoro di Enzo Laforgia, il loro consigliere eletto. «I gruppi si stanno trovando – dice Bianchi – e i delegati stanno andando alle varie riunioni, riportando poi all’assemblea dell’associazione una volta al mese. Molti di noi hanno anche partecipato alle riunioni del “PGT-partecipo”, il progetto del comune per la revisione partecipata del Pgt. Insomma, ci diamo molto da fare per la città». E chiunque voglia unirsi ai Concittadini con lo stesso spirito costruttivo è ovviamente il benvenuto.