Progetto Concittadino

Tour di Progetto Concittadino nei quartieri.

Prima tappa: Belforte

 

 

Un inizio come piace ai Concittadini: con tanta voglia di partecipare e i problemi del quartiere al centro del discorso.

È iniziato giovedì 17 settembre il nuovo tour dei quartieri di Progetto Concittadino, la forza civica che sostiene Davide Galimberti per la riconferma a Palazzo Estense l’anno prossimo. Una serata portata avanti con tutte le norme di sicurezza imposte dalla pandemia, ma che non ha impedito di partire alla grande da uno dei quartieri più complessi della città: Belforte.
Interventi pertinenti ed accorati, segno di una grande passione civica, quelli di giovedì sera, che hanno avuto come interlocutori la consigliera di quartiere Sabrina Cosma, l’assessore all’Ambiente Benessere e Sport Dino De Simone e il consigliere comunale di Progetto Concittadino, Enzo Laforgia.
“CI ha fatto  piacere più di tutto notare come le segnalazioni avevano un fine alto, che andava al di là della sistemazione del marciapiede e del taglio di siepi invadenti o della potatura di piante che oramai nascondono i lampioni.

 

Era tutta gente nata e vissuta nel quartiere, che a poco a poco lo vede decadere e diventare ancora più periferia – dicono i Concittadini – la chiusura della scuola media Salvemini come perdita dell’identità stessa della castellanza, l’esigenza di un recupero del Castello che abbia come fine non solo il restauro di un’opera dal valore storico ma l’inizio di una rinascita della vita sociale. Oltre ad alcuni punti fermi, come il campo sportivo (chiuso e dimenticato), l’abbattimento di tetti in ethernit da strutture private fatiscenti, la pulizia di tratti di verde diventati discariche, tutte cose che vanno al di là del semplice bisogno di manutenzione”. Insomma, il bisogno è quello di sentirsi considerati e protagonisti. Ed ecco perché Progetto Concittadino chiede la fiducia dei varesini per altri cinque anni.

E il prossimo appuntamento è previsto tra un mese per la zona lago – Schiranna.